Pignoramento conto corrente da Equitalia? Bitcoin Subito

Pignoramento conto corrente da Equitalia? Bitcoin Subito

Bitcoin Subito soccorre i debitori con conto corrente bancario pignorato.

La moneta elettronica Bitcoin può anche essere utile a tutti quei contribuenti/debitori che si trovano il proprio conto corrente bancario pignorato da parte di terzi o da parte di Equitalia.

Equitalia può infatti ordinare alla banca di versare direttamente nelle casse del Fisco le somme di denaro che vengono depositate dal contribuente/debitore sul proprio conto corrente bancario finché il debito non è saldato.

Il pignoramento è un atto con il quale l’ufficiale giudiziario stabilisce che un bene venga sottratto alla disponibilità del proprietario, se questi si trova in una posizione debitoria, si tratta di un’espropriazione forzata che è regolamentata dal Codice di Procedura Civile.

Diversamente la normativa sull’espropriazione esattoriale ha caratteristiche proprie e fa sì che il procedimento per l’incasso delle somme dovute sia notevolmente più veloce, tanto che non prevede che venga fissata un’udienza e designato un difensore, non necessita dell’autorizzazione di un Giudice e non prevede la citazione del pignorato, il quale è tenuto ad effettuare il versamento in base all’atto ricevuto da Equitalia e di conseguenza, si vede pignorare il conto corrente bancario senza che l’ordinanza sia notificata da parte dell’autorità giudiziaria.

Ecco quindi che cambiare il proprio denaro in Bitcoin, tramite Bitcoin Subito e custodirlo nel proprio wallet, tutela l’utente dal rischio di pignoramento da parte di terzi o da parte di Equitalia, infatti il pignoramento non è attuabile su un wallet.
I Bitcoin essendo moneta elettronica posseduta anonimamente all’interno di un Bitcoin wallet, è conseguentemente impossibile che siano oggetto di un potenziale pignoramento, non essendo riconducibili ad un titolare.